Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

I Presìdi Slow Food


« Torna alla mappa dei Presìdi

 

Miele da bere

Polonia

Assieme alla vodka, il miele da bere era la bevanda tradizionale delle feste polacche e lo preparavano tutte le famiglie. Ora i produttori si contano sulle dita di una mano e soltanto uno di loro conserva la ricetta artigianale autentica. Alto, due mani enormi, gli occhi celesti e il viso lungo coperto per metà da una cortina di baffoni bianchi, Maciej Jaros vive a pochi chilometri da Varsavia e, con la sua famiglia, produce e vende un ottimo miele da bere dal 1991, ovvero da quando in Polonia le attività private sono tornate a essere legali. Nella sua piccola azienda si prende cura di 30 alveari, da cui ricava un miele scuro e aromatico (il più adatto alla trasformazione è quello di erica oppure la melata di abete). Spiega che chi non sa fare il miele, non può produrre miele da bere, perché non conosce abbastanza la materia prima. Esistono diverse tipologie
di miele da bere, a secondo la proporzione di miele e acqua: si parte da un quarto di miele più tre quarti di acqua, fino ad arrivare a due terzi di miele e una parte
di acqua (quest'ultimo, il più pregiato, si chiama pultorak). Maggiore è la quantità di miele, più lungo è il tempo di maturazione: il minimo è di quattro o cinque anni, ma ci sono bottiglie che hanno 10, 15, anche 20 anni di età e oltre. La preparazione prevede una cottura iniziale del miele in acqua con erbe locali, poi la fermentazione in grandi botti di acciaio e quindi l'invecchiamento. Esistono anche versioni di miele da bere, assolutamente tradizionali, aromatizzate con succo di lamponi, di mele o di uva. La ricetta autentica è stata tramandata di generazione in generazione ed è arrivata a Maciej tramite la madre Boleslawa: era lei la depositaria dei giusti dosaggi e dell'esatta sfumatura di gusti e profumi. D'altra parte, secondo la tradizione polacca, sono sempre state le donne a occuparsi della preparazione di questa bevanda, mentre gli uomini seguivano gli alveari. Ed è altrettanto antica e tradizionale la tecnica di produrre bottiglie di terracotta di diverse forme (il vetro era troppo caro e ogni famiglia cuoceva le proprie stoviglie di terra).

Maciej Jaros produce il miele, il miele da bere e anche le bottiglie di terracotta che lo contengono. Il suo miele da bere non ha niente a che vedere con i prodotti industriali che si possono trovare sul mercato polacco: bevande giovani, banali, fatte con aromi artificiali. Per un buon miele da bere sono fondamentali due elementi: la qualità della materia prima e il tempo. Ed è proprio quest'ultima variabile a scoraggiare altri potenziali produttori: la necessità di aspettare almeno cinque o sei anni per vendere le prime bottiglie. Il Presidio è nato per tutelare e promuovere l'autentico miele da bere e per fare sì che spunti un giusto prezzo sul mercato. Soltanto così altri produttori potranno superare la paura dell'investimento iniziale, recuperando questa antica produzione polacca. Attualmente il miele da bere si trova in distribuzione presso l'importatore statunitense Stawski Imports di Chicago (www.stawskidistributing.com).

Area di produzione
Dintorni di Lodz
Una famiglia di artigiani

Jaros Maciej
Lazisko 46
97-200 Tomaszów Mazowiecki
Tel. +48 447244073
jaros@pasiekajaros.pl
Referente del Presidio
Jacek Szklarek
tel. +48-12-6366692
fax +48-12-6366692
jacek.szklarek@slowfood.pl

 


 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab