Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

I Presìdi Slow Food in Italia


« Torna alla mappa dei Presìdi italiani

Piacentinu ennese - Presì Slow Food
 

Piacentinu ennese

Sicilia

Tra i monti Erei e la valle del Dittaino, in provincia di Enna, le primavere sono molto piovose e le estati umide. La ricca vegetazione (sulla,veccia, rosmarino e finocchio selvatico oltre a numerose altre piante della macchia mediterranea) che cresce tra i 400 e gli 800 metri sul livello del mare ne fa una delle province siciliane con il maggior numero di allevamenti ovini. Comisana, pinzirita, valle del Belice sono solo alcune delle razze autoctone siciliane allevate tra queste colline.
E, sin dai tempi antichi, dal loro latte unito allo zafferano coltivato nell’area, si ottiene il piacentinu, pecorino, che piace, in dialetto locale. Diversi sono gli aneddoti legati alla sua produzione. La leggenda vuole che Ruggero I, conte di Altavilla, già nell’XI secolo curò la depressione della moglie Adelasia invitando i casari del luogo ad aggiungere un pizzico di zafferano alla preparazione del pecorino.
Prodotto in nove comuni della provincia di Enna, è a pasta compatta e unico nel suo genere: è infatti aromatizzato con zafferano – che conferisce alla pasta il caratterisco colore giallo – e pepe nero in grani – posto in ammollo in acqua calda la sera precedente la produzione. La tecnica di lavorazione, che prevede l’aggiunta di acqua calda alla cagliata, e l’uso attento del sale ne fanno uno dei formaggi meno aggressivi della Sicilia, il “più europeo”.
Dopo una maturazione di circa 60 giorni, ha odore delicato e sapore aromatico e dolciastro dovuto alla presenza dello zafferano.


Stagionalità

Il piacentinu ennese è reperibile tutto l’anno.
Al momento solo tre produttori producono piacentinù ennese, utilizzando latte crudo, caglio naturale e zafferano prodotto nei 9 comuni dell’area. Le produzioni attuali non riescono a soddisfare il mercato in quanto la richiesta è maggiore alla produzione. Con il Presidio si vuole rivalutare questo formaggio storico della provincia ennese e coinvolgere altri casari dell’area di produzione per aumentare le quantità prodotte e farlo conoscere al di fuori della provincia.

Area di produzione
Comuni di Aidone, Assoro, Barrafranca, Calascibetta, Enna, Piazza Armerina, Pietraperzia, Valguarnera, Villarosa, provincia di Enna.

Presidio sostenuto da
Assessorato delle risorse agricole e alimentari della Regione Siciliana
Casalgismondo
Di Maria Rita D’Amico
Aidone (En)
Strada Provinciale 103, Km 13
Tel 335 5252807-339 7147196
info@casalgismondo.it

Di Venti Pietro
Calascibetta (En)
Contrada Tresaudo
tel. 338 8454255
casearidiventi@alice.it

Il Cavalcatore
Famiglia Nicoletti
Assoro (En)
Contrada Cavalcatore
tel. 0935 667255
ilcavalcatore@virgilio.it

Referente dei produttori del Presidio
Gaetano Nicoletti
Tel. 0935 667255
ilcavalcatore@virgilio.it


Responsabile Slow Food del Presidio
Stefania Mancini Alaimo
Tel. 333 9218021
mancinialaimo@hotmail.com


 


 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Alleanza dei cuochi italiani con i Presidi Slow Food Bonaventura Maschio obikà Fabbrica di Pedavena RossoPomodoro Ferrari Formaggi petra
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab