Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

I Presìdi Slow Food in Italia


« Torna alla mappa dei Presìdi italiani

Pomodorino del piennolo del Vesuvio - Presì Slow Food
 

Pomodorino del piennolo del Vesuvio

Campania

Una delle produzioni più caratteristiche dell’area del Vesuvio sono i pomodorini da serbo “col pizzo”, detti anche spongilli o piénnoli (“pendoli”) per l’abitudine di appenderli alle pareti o ai soffitti, riuniti in grappoli (schiocche) e legati con cordicelle di canapa. Sono piccoli pomodori (20-25 grammi) dalla forma a ciliegia, che si distinguono dagli ormai famosi pomodorini di Pachino per la presenza di due solchi laterali (detti coste) che partono dal picciolo e danno origine a delle squadrature, e di una punta, un “pizzo”, all’estremità. La buccia è spessa e resistente, la polpa soda e compatta, povera di succo, prosciugata dal sole che splende sui terreni aridi del vulcano. Si seminano in marzo-aprile e maturano tra luglio e agosto, ma l’antico procedimento di conservazione prevede che li si raccolga a grappoli interi all’inizio dell’estate per conservarli, appesi in locali con adeguata temperatura e umidità, fino all’inverno o addirittura alla primavera successiva. Così, per molti mesi, si possono condire i piatti di pesce, le pizze e le paste della tradizione campana con una “pummarola” straordinariamente saporita.
Le bacche rosse hanno buccia spessa, polpa soda e compatta e un sapore dolce-acidulo. Sapore e profumo diventano più intensi con il passare del tempo: man mano che i pomodori asciugano e la concentrazione aumenta. Da sempre hanno costituito il veloce spuntino di mezza mattina dei contadini nei campi: un pomodoro “schiattato” sul pane, un filo d’olio, sale e basilico. In cucina si utilizzano per le cotture veloci: ad esempio per i vermicelli alle vongole o il pesce all’acquapazza. Eccellenti anche con la carne alla pizzaiola: fettine cotte in un semplice sughetto di pomodorini preparato all’istante, che poi, una volta estratta la carne, serve per condire i maccheroni.


Stagionalità

la raccolta del pomodorino raggiunge il suo massimo nei mesi di luglio e agosto, il pomodorino del piennolo può essere conservato in grappoli oppure consumato in conserva successivamente.

Acquista in azienda

Confezione:
Conserva tradizionale di pomodorini del piennolo 330 gr.
Ordine minimo: 9 barattoli
Ordine minimo: 1 cartone (9 barattoli)
Prezzo per cartone comprensivo di Iva e trasporto: € 45

Confezione:
Conserva in salsa di pomodorini del piennolo 350gr.
Ordine minimo: 9 barattoli
Ordine minimo: 1 cartone (9 barattoli)
Prezzo per cartone comprensivo di Iva e trasporto: € 45

Per ordini:
Dario Meo
Tel: +39 081 3621048
email: dario.casabarone@gmail.com

Non c’è agricoltore vesuviano che non semini una fila di pomodorini “col pizzo” e non li metta da parte per l’inverno. Ma coltivarne in quantità eccedenti il consumo familiare è faticoso e poco remunerativo: i terreni migliori sono difficili da raggiungere e da coltivare (spesso sono a quote alte, dove le colate laviche stratificate nei secoli si sono trasformate in terreni scuri e sabbiosi) e i piennoli sono molto ricercati sul mercato locale ma ancora poco conosciuti in altre zone e anche nella ristorazione.
Il Presidio valorizza questo eccellente ortaggio: l’obiettivo principale è far conoscere le potenzialità di questo prodotto ai consumatori più attenti e curiosi. Il prodotto del Presidio è trasformato nella tradizionale conserva di pomodorini: i pomodori più maturi vengono lasciati asciugare per circa un mese e poi sono tagliati a spicchi detti pacchetelle e inseriti pazientemente nei vasi di vetro fino al completo riempimento.

Area di produzione
Comuni vesuviani (provincia di Napoli).

Presidio sostenuto da
Parco Nazionale del Vesuvio

Pierfrancesco Ammendola
S. Giuseppe Vesuviano (Na)
Via S.Leonardo, 93
tel. 339 3525975
antichisaporives@libero.it

Mario Angrisani
Somma Vesuviana (Na)
Via Collegiata, 22
tel. 0818931597
fax. 0818934369
az.agricola.angrisani@gmail.com
www.marioangrisani.jimdo.com

Casa Barone
Massa di Somma (Na)
via Antonio Gramsci, 109/E
tel. 081 0606007 - 348 2539506
agricola@casabarone.it
www.casabarone.it

Don Camillo
di Antonio Iovino Perillo
Somma Vesuviana (Na)
via Macedonia, 132
tel. 333 9294583
azienda.doncamillo@libero.it

Vincenzo Egizio
Brusciano (Na)
Via Camilo Cucca, 295
Tel. 081 6588976
389 2713615
scrivenzo@libero.it


Eligo di Saverio Bifulco
Ottaviano (Na)
via Prisco di Prisco, 190
tel. 333 6275495
Fax. 081 5288635
info@eligofoods.com
www.eligofoods.com

Giolí di Angelo Di Giacomo
San Giorgio a Cremano (Na)
via Palmiro Togliatti, 37
tel. 338 6356591 - 328 9757537
adigs30@gmail.com

Francesco Manzo
Boscotrecase (Na)
Via Chiesa Vecchia
tel. 334 1594060
francesco.casabarone@gmail.com

L’oro delle terre vesuviane
Di Salvatore di Sarno
Somma Vesuviana (Na)
Via Starza della Regina, 12
tel. 081 8280388 - 347 6227351
lorodellaterravesuviana@gmail.com


Rosso Vesuvio
di Acampora Salvatore
Ercolano (Na)
Via Cupamonti, 70d
tel. 339 5790432
www.rossovesuvio.it
rossovesuvio@alice.it

Tenuta Giordano Ciro
di Giordano Ciro
Sant'Anastasia (Na)
via delle ginestre, 13
tel. 081 5311388 3493647929
c.giordano83@gmail.com


Referente dei produttori del Presidio
Saverio Bifulco
tel. 333 6275495
info@eligofoods.com

Responsabile Slow Food del Presidio
Patrizia Spigno
tel. 081 8446048 - 335 5351275
patspigno@hotmail.com

 


 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Alleanza dei cuochi italiani con i Presidi Slow Food RossoPomodoro
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab