Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

I Presìdi Slow Food


« Torna alla mappa dei Presìdi

Riso basmati di Dehradun - Presì Slow Food
 

Riso basmati di Dehradun

India

La grande diversità del celebre riso profumato basmati è frutto della selezione operata nei secoli dai contadini indiani. Il primo riferimento scritto risale al XVIII secolo e, da allora, si sono sviluppate e diffuse un centinaio di varietà. Oggi sono coltivate in molte parti del mondo, ma le tipologie migliori si trovano ai piedi dell'Himalaya, dove il basmati è nato e si è sviluppato.
Il basmati di Dehradun è coltivato in una zona pianeggiante che non supera i 700 metri di altitudine ed è delimitata a sud dal Gange e a nord dal fiume Yamuna.
Tutte le fasi di semina, trapianto e raccolta sono manuali e tradizionali e gli utensili impiegati nella coltivazione sono semplici: qualche falcetto, aratri ed erpici di legno trainati da buoi. Il riso si coltiva in rotazione con piselli, legumi, miglio e frumento, oppure con la senape e il grano.
Nelle valli di Dehradun l'uso recente di pesticidi sta provocando gravi danni all'ambiente, ma i produttori del Presidio, assistiti dai tecnici di Navdanya, per combattere gli insetti nocivi nella risaia ricorrono soltanto a vegetali della zona e a sostanze naturali come la cenere e l'urina di vacca.
Le varietà di basmati si differenziano per il colore (dal bianco pallido al giallo chiaro fino al marrone scuro con una sfumatura di rosso) e profumo (dal gelsomino al sandalo, a volte con note balsamiche).
A Dehradun molti piatti della tradizione locale esaltano il suo aroma particolare. Il khichdi, ad esempio, è una preparazione a base di basmati e fagioli neri, speziata con cardamomo e cucinata in occasione della festa della raccolta, il Maker Sankranti.
Il kheer, invece, è un budino dolce di riso e latte: considerato piatto di buon auspicio, è donato in offerta agli dèi e agli ospiti. Spesso è insaporito con cardamomo, granella di mandorle e uva passa.
Tradizionalmente, il riso basmati si cuoce con acqua insaporita da chiodi di garofano, per esaltarne il sapore e il profumo.

Il Presidio è nato in collaborazione con Navdanya, fondazione creata dalla scienziata Vandana Shiva per conservare le varietà agricole autoctone - innanzitutto quelle di riso, strategiche per l'alimentazione familiare -, promuovere una dieta equilibrata e tradizionale e combattere i brevetti privati sui prodotti agricoli. Navdanya (il nome significa "nove semi") riunisce più di 5 milioni di contadini, promuovendo banche di semi autonome in tutta l'India.
Il Presidio del riso basmati di Dehradun è nato per far conoscere questa varietà caratterizzata da sentori di fiori bianchi e legno di sandalo. Finora vi hanno aderito 387 produttori, sottoscrivendo un disciplinare di produzione comune.
Più a lungo termine, la Fondazione Slow Food e di Navdanya lavoreranno per individuare varietà di riso simboliche delle diversità culturali e geografiche del paese, creando una rete di Presìdi sul riso che possa comunicare in tutto il mondo la straordinaria biodiversità di questo prodotto.

Area di produzione
Dehradun, Hardiwar e Uttarkashi, regione di Garhwal, Uttaranchal

Partner per il progetto
Navdanya Trust
387 contadini che fanno capo al Basmati Seed Conservation Movement





Referente
Dr. Vinod Kumar Bhatt
Tel. +91 9920418027
vinodkbhatt@gmail.com
www.navdanya.org

 


 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab