Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

I Presìdi Slow Food


« Torna alla mappa dei Presìdi

Pollo mushunu di Molo - Presì Slow Food
 

Pollo mushunu di Molo

Kenya

Il distretto di Molo si trova nel tratto keniota della Rift Valley. Qui, da sempre, la comunità Kikuyu alleva il pollo mushunu, una razza autoctona fondamentale nella tradizione alimentare locale. La zona del Presidio è stata duramente colpita dalle violenze del 2008: nel distretto di Molo ci sono stati numerosi morti, profughi, case distrutte e gran parte del bestiame è stato ucciso. Durante gli scontri, le donne hanno perso la maggioranza degli animali (polli e pecore) e ora stanno gradualmente ricostituendo alcuni piccoli allevamenti.Il mushunu ha un aspetto curioso: è un animale dal corpo allungato con collo e capo completamente privi di piume e una livrea che varia dal nero, al bianco, al rosso al blu. Molto apprezzato per la carne saporita, le ottime uova e la buona attitudine alla cova delle galline, pesa tra i 3 e i 4 chilogrammi; è un volatile dalla crescita lenta, che raggiunge la maturità soltanto fra i sei e gli otto mesi. Le tecniche di allevamento sono tramandate di generazione in generazione; della cura degli animali si occupano in particolare le donne e i ragazzi. I polli razzolano liberi nutrendosi di erba, integrata con mais e legumi coltivati in modo naturale. Per prevenire le malattie degli animali, si aggiungono pezzetti di aloe vera all'acqua da cui si abbeverano. Normalmente il pollo è cucinato in occasione delle feste importanti o di ospiti speciali. Bollito, arrostito o fritto, è generalmente accompagnato dal riso e dall'ugali (polenta di mais). Secondo la tradizione, i bambini e le donne mangiano le ali e il collo del pollo, le cosce spettano agli adolescenti e agli uomini, il petto al marito. Le uova - piccole, con il guscio marrone chiaro e il tuorlo di un colore giallo intenso - sono utilizzate per la preparazione di piatti come il pancake e il porridge.

Area di produzione
Regione di Molo, Distretto di Nakuru, Rift Valley

Il Presidio è nato nel 2009, in seguito ad una ricerca sui prodotti tradizionali realizzata in collaborazione con l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche.L'obiettivo principale è di sostenere le comunità locali, attraverso un nuovo impulso all'allevamento del pollo mushunu. I primi passi realizzati sono stati l'acquisto di attrezzature e l'organizzazione di una formazione sulle tecniche di allevamento e di selezione. Alcune donne del Presidio hanno visitato gli allevamenti toscani del Presidio del pollo del Valdarno (una razza autoctona dell'aretino) mentre un'allevatrice toscana (Francesca Romana Farina) e un agronomo (Alceo Orsini) sono stati in Kenya. Questi scambi hanno permesso di individuare soluzioni pratiche, alla portata di realtà piccole e semplici come quelle keniote. Sono state acquistate attrezzature per consentire la moltiplicazione dei capi (un incubatoio, ad esempio) e per avere un maggiore controllo della salute degli animali. Inoltre è stato fatto un piano per aumentare la disponibilità di mangime (con la coltivazione di cereali e legumi e l'acquisto di mulini per produrre il mangime). I 37 allevatori del Presidio sono organizzati nel Kihoto Self Help Group e sono impegnati in altre attività agricole.

Area di produzione
Regione di Turi, distretto di Molo, Rift Valley

Presidio sostenuto da
Stiftung Drittes Millenium
37 allevatori, riuniti nel Kihoto Self Help Group
Referente del Presidio
Jane Gathoni Karanja
tel. +254 715639223
jane_karanja2001@yahoo.com

 


 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab