Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

I Presìdi Slow Food


« Torna alla mappa dei Presìdi

 

Formaggio di pecora texel

Olanda

La verde isola di Texel è circondata da un mare grigio acciaio ed è spazzata da un vento costante: i fienili hanno forme sbilenche proprio per ripararsi dalla sua forza. E texel è anche il nome di una razza ovina autoctona: bassa, massiccia, con spalle ampie e collo muscoloso.
Le pecore texel sono apprezzate perché crescono rapidamente e garantiscono una buona resa al macello. Non a caso si tratta di una delle razze ovine più diffuse nel mondo: esistono associazioni di produttori in Inghilterra, Danimarca, America, Brasile, Irlanda e perfino in Italia. Prima del 1850 c'era un'altra pecora texel - non da carne, ma da latte - ma scomparve quando gli allevatori dell'isola iniziarono a produrre carne ovina per l’esportazione in Inghilterra. Di conseguenza la produzione del formaggio per cui l'isola era celebre (perfino il viaggiatore Ludovico Guicciardini descrisse il texel nel suo racconto di viaggio attraverso i Paesi Bassi, nel 1567) poco per volta sparì.
Dopo la seconda guerra mondiale la produzione si riduce drasticamente e la versione artigianale del texel scompare, chiudendo almeno cinque secoli di tradizione. Soltanto quarant’anni dopo un casaro particolarmente ostinato riavviò la produzione del Texelse Schapenkaas.
Piet Bakker, questo è il suo nome, coinvolse la zia, che conservava il ricordo della tecnica di lavorazione tradizionale e lavorò non solo per recuperare il formaggio texel artigianale, ma anche per ripristinare le qualità del latte di questa razza, incrociandola con Fresiane e selezionando i capi più produttivi. Il Texelse Schapenkaas ha una pezzatura minima di quattro chilogrammi ed è un prodotto vivo, che sa di mare e di vello animale; in bocca è lungo e persistente. La pasta color giallo scuro evidenzia il pascolo ricco e abbondante dell’isola, dove i prati verde smeraldo arrivano sino alle spiagge ventose. La tecnica di caseificazione è insolita per i Paesi Bassi: la pasta, infatti, è semi-cotta e la cagliata non viene mai lavata. Ricorda per certi versi un pecorino del meridione d’Italia o della Grecia: è rustico e fragrante e, quando è ben stagionato, ha caratteristiche organolettiche molto marcate. In particolare la sua pasta tende ad assumere un aspetto duro e compatto, mentre i formaggi olandesi classici mantengono a lungo la loro tipica suadenza.

Fino all'estate del 2003 Piet Bakker era l'unico produttore attivo di Texelse Schapenkaas artigianale a latte crudo. Con la nascita del Presidio un secondo produttore ha raccolto la sfida e ha cominciato a produrre a latte crudo. Ora il lavoro è rivolto al miglioramento della qualità: uno dei casari, ad esempio, sta sperimentando l’utilizzo del caglio ovino in sostituzione di quello bovino. Infatti l’obbiettivo è quello di marcare ancora più sensibilmente la specificità di questo formaggio e il caglio di agnello potrebbe contribuire ad arricchirne il finale di bocca. Inoltre Il Presidio intende far conoscere questo prodotto in tutta l’Olanda, mentre sinora è commercializzato prevalentemente in loco, acquistato dai molti turisti che d’estate frequentano l’isola. Infine il Presidio appoggerà il lavoro di recupero della razza texel da latte, un animale selezionato nel corso del tempo proprio per sfruttare al meglio quei pascoli straordinari.

Area di produzione
Isola Texel, Olanda Settentrionale
Schapenbedrijf De Waddel/ Fam. Bakker/
Westergeest 4,
1791 LJ Den Burg (Texel)
Tel. +31 222 322337/312830
dewaddel@planet.nl
www.dewaddel.nl

Kaasboerderij Wezenspyk/ Fam. Witte
Hoornderweg 29
1791 PM Den Burg (Texel)
tel. +31 222 315090
info@wezenspyk.nl
www.wezenspyk.nl
Referenti del Presidio
Ruud Ruarus
ruud@wezenspyk.nl

Annette van Ruitenburg
annette@vlto.nl

 


 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab