Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

I Presìdi Slow Food


« Torna alla mappa dei Presìdi

Astice di Oosterschelde - Presì Slow Food
 

Astice di Oosterschelde

Olanda

Oggi l'Oosterschelde è una profonda baia nel Mare del Nord, lungo la costa della provincia di Zeeland, ma un tempo era un estuario il cui habitat era caratterizzato da un livello di salinità discendente mano a mano che ci si avvicinava alla costa. Così, lungo la riva la concentrazione di sale era elevata, mentre nell'entroterra scorrevano le acque dolci del fiume Scheldt. Negli ultimi due secoli la costruzione di alcune dighe ha sbarrato il corso del fiume, trasformando l'estuario in una baia. In questo modo, si è creato un habitat perfetto per ostriche e astici (Homarus gammarus), due "nuove popolazioni" che si sono trasferite nella baia unendosi a quella preesistente delle cozze. Per un certo periodo, in queste acque, gli astici hanno prosperato, ma verso la fine del secolo scorso l'eccessivo sforzo di pesca li ha portati sull'orlo dell'estinzione. Negli anni Sessanta un inverno particolarmente rigido li ha decimati ulteriormente, risparmiando solo gli esemplari più resistenti. L'isolamento dell'Oosterschelde, chiuso da numerosi sbarramenti idrici, ma aperto sul lato del Mare del Nord, ha fatto sì che gli astici sopravvissuti si siano via via differenziati dai cugini del Mare del Nord, andando a costruire una distinta varietà genetica. Gli esemplari di Homarus gammarus vivono nascosti tra le rocce naturali e le fondamenta dei numerosi sbarramenti lungo il perimetro della baia (fino a 50 metri di profondità). Caratterizzati dal colore blu cobalto, possono raggiungere una lunghezza di 40 centimetri. Una volta cotti, il colore cambia in rosso porpora. Attualmente, gli astici di Oosterschelde si trovano anche negli attigui laghi salati di Veere e di Grevelingen. Infatti sono anche conosciuti come astici di Zeeland, dal nome della provincia. Gli astici impiegano fino a sei anni o più per raggiungere la maturità ma - a differenza di altre specie caratterizzate da una crescita lenta - non subiscono i danni causati dalla pesca eccessiva. Infatti la stagione di pesca è molto breve (dura dal 1° aprile al 15 luglio), la cattura è condotta su piccola scala e le tecniche sono disciplinate in modo rigido. I pescatori usano reti coniche dotate di un'esca e rigettano in mare gli esemplari troppo piccoli e le femmine con le uova in modo che possano formare le basi per la pesca degli anni successivi. Gli astici maschio, lunghi almeno 24 centimetri, sono conservati a bordo delle imbarcazioni in recipienti colmi di acqua marina e venduti freschissimi.
Il Presidio dell'astice di Oosterschelde tutela un sistema di pesca sostenibile portato avanti da un gruppo di piccoli pescatori artigianali. La Fondazione dell'Astice di Oosterschelde, che riunisce pescatori e volontari, lavora da qualche anno per promuovere queste tecniche sostenibili tra le comunità locali. Ogni anno celebra l'apertura della stagione di pesca nella città di Zierikzee con una grande festa organizzata dalla fondazione.

Area di produzione
Oosterschelde, Zeeland

Presidio sostenuto da

Provincie Zeeland
Jan Th. van Westenbrugge
Slabberswerf 33
4301 GN Zierikzee
Tel. +31 653925165

Sam M. Uil
Meeldijk 34
4328 NG Burgh-Haamstede
Tel. +31 111653817

Jan M Schot
Hoofdpoortstraat 21
4301 AR Zierikzee
Tel. +31 111413134

Jan Zoeteweij
Papaverlaan 2
4401 HC Yerseke
Tel. +31 113573659

Jan J. van Stee
Industrieweg 17a
4401 LA Yerseke
Tel. +31 113573074

Firma Bout
De heer Jan Bout
Werkhaven 2
4311 NK Bruinisse
Tel. +31 653230744
Referente del Presidio
Balth Roessingh
tel.
+31 113302787
info@jcom.nl

 


 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab