Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

I Presìdi Slow Food


« Torna alla mappa dei Presìdi

Pecora della brughiera di Kempen - Presì Slow Food
 

Pecora della brughiera di Kempen

Olanda

La pecora di Kempen (het Kempische Heideschaap) ha il vello bianco, un profilo elegante, un muso privo di corna, pigmentato e coperto da pelo corto e setoso.
Si tratta di una razza rustica che pascola nelle brughiera tutto l’anno, svolgendo un ruolo fondamentale per la salvaguardia dell’ambiente naturale e garantendo alla propria carne morbidezza e sentori erbacei.
Questa pecora si trova esclusivamente sugli estesi terreni sabbiosi dell’altopiano di Kempen (Olanda sudorientale) e in alcune aree del Belgio settentrionale (anche se in Belgio appartiene ad un registro diverso). Le prime tracce della sua presenza risalgono all’Età del Bronzo, ma è a partire dal Medio Evo che comincia a predominare l'allevamento di questa razza priva di corna.
Un tempo svolgeva un ruolo fondamentale nella tutela del paesaggio e della biodiversità in questa regione: l’alternarsi di campi arati e pascoli caratterizzava il paesaggio di Kempen, contribuendo a preservarne la diversità della flora. Le pecore fornivano inoltre concime per i terreni sabbiosi e aridi della zona, e lana per le industrie tessili di Tilburg e Helmond, attive fino al XX secolo.
La sua diffusione ha influenzato una tradizione gastronomica ampiamente basata sulle carni ovine, che oggi è quasi dimenticata.
All'inizio del XX secolo vi erano più di 40 000 animali ma la modernizzazione del sistema agricolo, con l'introduzione di fertilizzanti chimici, ha drasticamente ridotto il numero di pecore della brughiera di Kempen, che nel 1965 si erano quasi estinte. Lo stesso destino è toccato al paesaggio: nel 1965 la brughiera, dopo essersi ridotta a un decimo dell’estensione originale, è diventata riserva naturale. Proprio in quell'occasione è emersa con evidenza la necessità di salvaguardare la razza ovina di Kempen per preservare la biodiversità della riserva. Per questo motivo, nel 1967 a Heze è nata la Stichting Het Kempische Heideschaap (Fondazione per la pecora di Kempen), che ha rintracciato gli ultimi capi rimasti (meno di 10) e ha avviato un programma di recupero della razza. Oggi sono iscritti al registro della razza circa 3000 capi.

Gli agnelli di razza kempen sono alimentati in modo naturale e macellati in piccoli macelli locali. La carne, disponibile da ottobre fino a febbraio, è venduta principalmente ai macellai e ai ristoranti della regione con il marchio Kempen Lam (agnello di Kempen).
Gli obiettivi del Presidio sono numerosi: salvaguardare la pecora della brughiera di Kempen, reintrodurre il pascolo libero come forma di conservazione della brughiera, promuovere il marchio Kempen Lam (agnello di Kempen) presso nuovi macellai, cuochi e ristoranti, ridare impulso alla tradizione gastronomica basata sulla carne di agnello.
Il Presidio è nato da una comunità del cibo che coinvolge diverse persone e organizzazioni impegnate nel recupero della pecora della brughiera di Kempen: pastori, macellai, cuochi locali, ma anche la Southern Farmers Union (la Confederazione di contadini dei Paesi Bassi meridionali), l’Associazione per la tutela del paesaggio della provincia di Brabant, la Provincia del Nord Brabant (a sud del paese) e il Convivium Slow Food di Kempen Meierij.

Area di produzione
Regione di Kempen, Olanda meridionale
Allevatori
Kees Kromhout
Foundation het Kempische Heideschaap
Heath of Strabrechtse in Heeze
info@kempischheideschaapheeze.nl

Stijn Hilgers
Schapenheld SZN, Heath of Regte, Strijbeekse and Galderse
schapenheld@hotmail.com

Sjraar Verbeek
De Wassum, Venlo
info@wassum.nl

Referente del Presidio
Marjon Krol
tel. +31 135771008
marjon.krol@zlto.nl
www.kempenlam.com



 


 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab