Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

10.000 Orti in Africa


« Torna alla mappa degli Orti

 

Orto comunitario di Terrou Baye Sogui

Dakar
Senegal
Silvio Greco e Caffè Italiano, Firenze, Toscana

Questa comunità si trova vicino all'Oceanium, Associazione per la tutela dell'ambiente, presidiata da Aly El Haidar, uno dei più attivi ecologisti del mondo. L’associazione conta circa 206 persone dedite alla pesca sostenibile: pescano esclusivamente con la canna da pesca, e sono stati formati e sensibilizzati sull'importanza di preservare l'ecosistema del mare da Aly El Haidar.
Un tempo gli abitanti di questa comunità, situata nel centro di Dakar, vivevano nella baia di Terou Baye Sogui. Poi con il tempo, per via dell'urbanizzazione, si sono spostati verso le zone periferiche. Ad oggi i pescatori restano in mare tutto il giorno, lasciando la casa al mattino presto per recarsi alla baia, dove lavorano fino a sera.
I pescatori risentono della diminuzione delle risorse marine, tant'è che un tempo rientravano dal mare già nel primo pomeriggio e le vendite erano buone. Oggi devono spingersi fino a 25 km dalla costa, e i pesci sono sempre più rari e sempre più piccoli. Un altro fattore negativo è il mutamento climatico che da un lato ha influito sui transiti dei banchi di pesce, mentre dall'altro ha aumentato il flusso degli agricoltori verso il mare, che a causa della diminuzione delle piogge si sono riconvertiti alla pesca.
La comunità di pescatori, che alleva già da tempo le capre nella zona della baia, realizzerà nella stessa area un orto che sarà gestito in collaborazione da tutti i pescatori.

Area
Baia di Terrou Baye Sogui, Dakar

 
 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab