Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
Fondazione Slow Food per la biodiversità ONLUS - la Biodiversità è vita
 

I cuochi italiani in soccorso dei pescatori cileni colpiti dal terremoto


28/05/11
Una raccolta fondi organizzata dall'Alleanza cuochi italiani e Presìdi con il sostegno della Fondazione Carige attraverso il progetto Mareterra di Liguria.

La comunità di pescatori che vive sull'Isola di Robinson Crusoe non si è nemmeno accorta del terremoto di magnitudo 8.8 che ha colpito la terraferma del Cile il 27 febbraio 2010. L'isola fa parte dell'Arcipelago Juan Fernandez e si trova a 700 km dalla costa cilena, su un piatto tettonico diverso. Ma un'ora dopo il sisma, alle 4:30, uno tsunami alto 21 metri ha travolto l'isola mentre i suoi abitanti dormivano.
"La mia casa è stata colpita e mi son ritrovato nell'acqua con tutta la mia famiglia. Noi siamo sopravvissuti, ma 16 persone sono morte" racconta Marcelo Rossi, presidente della cooperativa di pesca dell'isola. Con una popolazione di sole 850 persone, le morti hanno avuto un forte impatto sull'isola e la serie di onde ha anche causato ingenti danni ai pescherecci (65% degli isolani sono coinvolti nella pesca di aragoste). Inoltre sono stati distrutti diversi edifici, compresi alberghi, ristoranti, il municipio, le poste e il cimitero.

 

Rossi è in Italia questo fine settimana per Slow Fish 2011. Dopo la devastazione causata dal terremoto e dallo tsunami la Fondazione Slow Food per la Biodiversità ha galvanizzato la rete di Slow Food per venire in soccorso ai produttori dei Presìdi cileni colpiti. I cuochi del progetto dell'Alleanza tra cuochi italiani e i Presìdi Slow Food hanno organizzato una raccolta fondi e la Fondazione Carige ha anche contributo alla campagna tramite il progetto MareTerra Liguria. Un totale di 17,500€ è stato raccolto e verrà suddiviso tra il Presidio del Pesce dall'isola Robinson Crusoe e il Presidio della gallina dalle uova azzurre.


La donazione è stata presentata a Rossi durante il programma di Rai Radio 2, Decanter, trasmessa in diretta da Slow Fish sabato 28 maggio. "Useremo i soldi per richiedere fondi governativi per cui bisogna provvedere al 10% iniziale" ha detto Rossi. I fondi verranno utilizzati per la ricostruzione delle infrastrutture della cooperativa di pesca, iniziando con un centro multifunzionale che ospiterà un ufficio e un ristorante. Galdino Zara, dell'Osteria Da Paeto a Pianiga (Venezia), ha donato a Rossi una targa da parte dei cuochi delle osterie che verrà appesa sulla parete del nuovo ristorante.


"Siamo felici di ricevere questo aiuto" ha detto Rossi "Quando vivi queste esperienze estreme, le cose materiali non hanno una grande importanza. E' più importante l'aspetto psicologico dopo tutto quello che è successo".

Rossi ha detto che incontrare i produttori norvegesi del Presidio di Baccalà di More og Romsdal è stato particolarmente utile come ispirazione per nuove idee: l'isola di Alejandro Selkirk ha un generatore per cui c'è elettricità solo per poche ore al giorno, per cui la salatura è una buona cosa da conoscere. I pescatori cileni hanno anche imparato tecniche riguardo l'affumicatura del pesce dal Presidio di Bottarga di Orbetello, un concreto esempio dell'attività del network Slow Food.


"Vogliamo metterci in contatto con altri Presìdi nel Sud del Cile, come quello del merkén" dice Rossi. Il merkén, una tradizionale mescolanza di peperoncino affumicato e sale, è stato usato in un piatto presentato dall'Osteria dell'Alleanza a Slow Fish. Il sugarello servito con peperoni e una salsa di pomodoro speziata con il merkén è stato preparato in collaborazione con Antonio Terzano dell'Osteria Dentro le Mura di Termli (Molise). "Avrebbe dovuto esser ricciola affumicata" dice Rossi, "fatta usando una nuova ricetta segnalata dal Presidio di Orbetello, ma stiamo ancora avendo dei problemi nella produzione. Così abbiamo optato per un pesce locale". "E' stato importante venire qui a Slow Fish e toccare con mano la solidarietà della rete Slow Food" ha concluso Rossi.

 

Sostieni anche tu la raccolta fondi per i Presìdi cileni!

Clicca qui


Leggi la scheda del Presidio dell'isola Robinson Crusoe >>

 

Leggi la scheda del Presidio della gallina dalle uova azzurre >>

 






   
 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab