Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
Fondazione Slow Food per la biodiversità ONLUS - la Biodiversità è vita
 

I Kachupa ospiti al concertone del primo maggio a Roma


29/04/14


I Kachupa suoneranno "Siamo Tutti Africani"che è l'inno ufficiale di Terra Madre 2014, meeting internazionale delle comunità del cibo organizzato da Slow Food che riunisce tutti coloro si impegnano per difendere l'agricoltura, la pesca e l'allevamento sostenibili, per preservare il gusto e la biodiversità del cibo. A presentarli sul palco, Carlo Petrini, anima dell'associazione della chiocciola. Ancora una volta i Kachupa si impegnano nella campagna promossa dalla Fondazione Slow Food per la biodiversità - Onlus che vuole creare "10.000 orti in Africa" nei prossimi anni. Orto come simbolo di sovranità alimentare, lotta alla malnutrizione e riscatto sociale. I Kachupa ci parlano di Relazione-Integrazione-Comunione come unica profezia della Globalizzazione.

 

Il brano racconta il ritorno alla terra con una citazione al grande Nuto Revelli. I Kachupa ci parlano di Poeti e Contadini travestiti da operai che ritornano alla terra per un futuro migliore. Una gioventù ingannata che rivuole radici, rivuole la sua storia per cercare il futuro. "Siamo tutti africani" ci dice che ognuno di noi è diverso, meravigliosamente unico. Siamo liberi di guardare nel profondo e amare, quando ci troviamo al centro del mondo, al centro di una danza che sa di Africa, Mediterraneo e Balcani e ci rende tutti migranti, viaggiatori e sognatori. I Kachupa inseguono ancora un sogno di integrazione che da importanza alle differenze e le mantiene con orgoglio.


La versione Italiana vanta la collaborazione di Max Casacci dei Subsonica ed è stata mixata da Riccardo Parravicini presso il "MAM Recording Studio". La versione internazionale è stata invece arrangiata e mixata direttamente a Londra dagli "Incognito". Il video clip del brano è stato girato a Pollenzo (Cn) nel complesso che ospita l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, la Banca del Vino e l'Albergo dell'Agenzia.
L'appuntamento con il Salone del Gusto e Terra Madre è a Torino dal 24 al 27 ottobre prossimi


Aiuta anche tu Slow Food a realizzare 10.000 orti in Africa!
Sostieni il progetto: www.slowfood.it/donate


La band, ambasciatrice dei "10.000 Orti in Africa" di Slow Food e autrice dell'inno di "Terra Madre 2014", nasce nel 2003 in strada a bordo di un carretto. Condivide il palco con artisti quali VINICIO CAPOSSELA, EUGENIO BENNATO, ROY PACI, AFRICA UNITE, MCR, CASINO ROYALE, fino a suonare alla NOTTE DELLA TARANTA. Vengono invitati nelle trasmissioni QUELLI CHE IL CALCIO, AMBIENTE ITALIA e I RACCOMANDATI. Vincono "Area Sanremo 2011" e nel 2012 l'Inedited World Music Festival premiati da BLUEY MAUNICK fondatore degli INCOGNITO, che collabora successivamente al brano "Siamo Tutti Africani". Con "El Chupitero" (feat. ROY PACI) entrano a far parte della compilation XL di REPUBBLICA. Al loro attivo tre dischi: GABROVO EXPRESS , premiato al MEI come miglior disco autoprodotto ed uscito in edicola con WORLD MUSIC MAGAZINE. Il cofanetto TERZO BINARIO insieme al libro autobiografico "Se la tartaruga s'abbronza"(prefazione di Carlo Petrini). Il 2014 vede l'uscita di RADICI, il primo disco live.

 






   
 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab