Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus

Rassegna Stampa  |  English  English

   
   
 
 
 
 
 
 

Arca del Gusto


« Torna alla mappa dell'Arca del Gusto

 
Categoria: Razze

Maiale dell'Isola di Ossabaw

Stati Uniti

Nel 1500, gli esploratori spagnoli portarono una popolazione di maiali nelle Americhe, che diventarono la popolazione d’origine sia dei maiali domestici che di quelli selvatici nel sud degli Stati Uniti. Una di queste razze importanti e insolite è la Ossabaw, una razza selvatica che si trova nell’Isola di Ossabaw, al largo della costa della Georgia vicino Savanna. I maiali Ossabaw sono i rappresentanti genetici più prossimi alle stirpi storiche spagnole perché la popolazione rimase sull’isola, dove non entrò in contatto con razze sulla terraferma. Tuttavia, con l’adattarsi dei maiali all’isola, essi divennero più piccoli, un processo definito nanismo insolare.

Secondo la American Livestock Breeds Conservancy, questa razza è biologicamente unica, essendosi adattata alla selezione naturale in una ambiente molto difficile, noto per il calore, l’umidità e la carenza stagionale di cibo. Pur essendo così piccoli da arrivare a pesare intorno alle 100 libbre (una cinquantina scarsa di chili), questi maiali si adattarono al ciclo alimentare dell’isola, che li rese in grado di immagazzinare quantità sorprendenti di grasso corporeo al fine di sopravvivere durante la stagione primaverile, quando vi è scarsità di cibo.

Il maiale Ossabaw è di solito nero, anche se alcuni sono neri chiazzati di bianco o di un colore chiaro chiazzato di nero. Gli adulti sono pelosi e con setole spesse e ruvide sulla cima del collo e lungo la schiena. La testa e le spalle sono pesanti, ma questo non gli impedisce di essere agile e veloce nella folta boscaglia dell’isola.

Attualmente, non è possibile importare questi animali direttamente dall’Isola di Ossabaw a causa di restrizioni dovute alla quarantena. Tuttavia, sulla terraferma si possono trovare alcuni piccoli gruppetti di questi animali, discendenti da quelli portati dall’isola negli anni Settanta. Il maiale dell’Isola di Ossabaw è in pericolo di estinzione: la American Livestock Breeds Conservancy ha valutato che sulla terraferma vi sono meno di 200 individui, anche se sull’isola se ne possono trovare molti di più.


Salito a bordo nel 2007

 
Fondazone Slow Food per la biodiversità ONLUS | Partners Regione Toscana Regione del Veneto
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab